------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

DOLOMITIDIBRENTA

DOLOMITIDIBRENTA

cappadocia ultratrail

cappadocia ultratrail

martedì 1 giugno 2010

ECO DI ROMA - UNICA

Alla maratona ci pensiamo dopo, ora è il momento di scoprire qualche bellezza della zona,ho scelto di visitare Villa Gregoriana, a Tivoli, dove risiedono anche Villa D'Este E Villa Adriana, con il suo parco, impervio ma fantastico, le cascate e la folta vegetazione rendono il luogo magico.
E' stato forse anche troppo impegnativo questa camminata, visto quello che mi aspetta l'indomani, un sali e scendi continuo, dove parecchi scalini hanno reso le mie gambe un pò stanchine.
Terminato il tour ci dirigiamo a Frascati, luogo dell'evento, cerchiamo l'hotel Pinocchio, non è stato semplice perchè è proprio in centro, circolare nelle piccole viuzze non è semplice, basta sbagliare e ti tocca rifare tutto il giro. Arrivati ci trasferiscono all'hotel Panorama, a 2 passi, sembra molto meglio del Pinocchio, qui ha girato anche un film Verdone, ora non ci resta che riposare un pò, per poi uscire a ritirare i pettorali.

La sera qui a Frascati si anima a dismisura, samo rimasti colpiti dai tantissimi gruppi di ragazzi, ci sembra impossibile che ci sia tanta gioventù, infatti ci viene comunicato dalla signora dell'hotel che qui arrivano dai paesi limitrofi, ed anche da Roma, infatti alla sera dalle 9 in poi, oltre ai tanti ristoranti-pizzeria, sbocciano tante osterie, in un batter d'occhio le strade e le piazze si riempiono di tavoli e sedie, e dalla tanta gente che c'è, tante persone sono in fila ad aspettare che si liberi un tavolo.

Dopo la cena consumata al ristorante del Pinocchio, in veranda all'aperto, una bella passeggiata (Vasca) per cercare di digerire prima della nanna, anche se come al solito non dormirò tanto, infatti alle 5 suona la sveglia, un'ora prima del previsto, fa niente, comincio a preparare il tutto e alle 6 faccio la 1° colazione, il sabato mi son comperato una crostata, taglia media, che consumerò con una bella spremuta, ho tutto l'occorrente, arance e spremiagrumi, sicuramente qualcuno avrà sentito il rumore, non sò cosa abbia pensato, mi dispiace ma......

Sono le 7, assieme a Giorgio ci dirigiamo al bar, lui a fare ed io a rifare colazione, classico cappuccino e brioches, ora non ci resta che salutare le mogli, le quali ci raggiungeranno dopo, prima della partenza, ci avviamo al luogo di partenza, ancora c'è poca gente, incontriamo subito Aurelio, che oggi anzichè correre sarà lo speaker, poi Franco ed Ezio, persone veramente simpatiche, ecco Max ed Elio, amici di SpiritoTrail e finalmente ecco il famoso Yogi, amico virtuale che ora si materializza, persona simpaticissima, come me l'aspettavo, poi tanti altri che conosco tramite le gare.
E' ora si parte, la giornata è favolosa, mentre ieri era molto più afosa, si parte subito in salita, come al solito riscaldamento zero, fatico come al solito a carburare, comincio il mio lavoro primario, riprendere la gara e gli amici, entriamo subito dentro VillaAldobrandini, bellissima, peccato che sia chiusa al pubblico, usciti si continua ancora nel parco, il panorama che ci appare è unico, corro assieme a Mercurio, scatto e riparto x immortalarlo e devo dire che le foto non sono male, poi dopo alcuni Km io proseguo con il mio passo e lo stacco, so che arriverà al 10 km e poi farà dietro front.
Il percorso non da mai un'attimo di respiro, non c'è un tratto dove dici "adesso recupero un pochino" ma comunque ancora è presto, il bello deve arrivare, sono al 10 KM, qui c'è un bel ristoro, ritorneremo in questo punto al ritorno, ora si entra in un bel faggeto, il caldo è già opprimente, un pò di frescura è quello che ci vuole, continuo a fotografare, poi non ricordo a che km, si corre x per parecchio, dove ad entrambi i lati ci sono tantissime Ginestre, che ci proteggono, sono bellissime, da quanto sono folte mi tocca fare la gincana.

Per un bel tratto accompagno Roberto, anche lui conosciuto alle gare, si fa assieme parecchia strada, è molto meno dura in compagnia, gli scatto qualche foto e filmino, poi seguendo il mio ritmo è arrivato il momento di lasciarlo, manca poco all'inizio della via Sacra, strada romana, sopra di me incombe il monte Cavo, si dovrà arrivare a quota 950, ne mancano ancora 350, non è poco, mi aggrego ad un'amico di Anguillara, la salita non è ripida però sotto il sole e con questo caldo non è semplice, qui ci sarebbe stata bene una bella doccia, saliamo regolari, fortunatamente entriamo nel bosco e qui mi sembra di rinascere.

Forse un pò la foschia oppure la stanchezza, fatto stà che non mi sono accordo, arrivato in cima, di ammirare i 2 laghi sotto di noi, peccato davvero, sarà x la prox volta, ad un certo punto mi squilla il telefono, chi sarà mai, è Mercurio che mi comunica che ha proseguito, subito mi son preoccupato di questa pazzia che ha voluto provare, a lui non ho detto nulla se non fargli i complimenti e gli auguri, però nella mia mente ho pensato che la fatta grossa speriamo bene.

Ora si scende, nella mente ho il ristoro al 32 km, mi aspetta un bel bicchiere di coco cola, le gambe cominciano ad essere stanche, ultimamente non mi sono allenato come vorrei, causa infortuni, ed ho pochi km sulle gambe, ma fortunatamente non servono solo quelle, ci vuole ben altro, poco prima di arrivare raggiungo Max, un vecchietto, si fa x dire, bello tosto, ha problemi ai tendini, causati dall'UTMB dello scorso anno, facciamo un pò assieme poi lo lascio al suo destino.

Ora mangio qualcosa e soprattutto bevo e mi bagno, il caldo è opprimente, ora mi aspettano 2/3 km di salita sotto il sole, il primo tratto su asfalto, l'imperativo è camminare, ora è veramente dura, nella mente ho solo un pensiero, che ormai è fatta, questo ti aiuta tanto, arrivato alla fine della salita ricomincio a correre con moderazione, la stanchezza fa brutti scherzi, ora si riscende poi c'è un'altro tratto in salita in mezzo all'erba, il sole è sempre li che picchia.

Ecco l'ultimo ristoro, mi faccio quasi una doccia, le gentili donzelle mi rassicurano che ora è solo discesa, mancano 5 KM, scendo abbastanza allegro ma come ho preannunciato la stanchezza fa questo ed altro, prendo 2 storte nel giro di 20 mt, niente di grave, è il caso che rallenti, in lontanaza vedo 2 concorrenti, è tanto che corro da solo, questi saranno il mio obbiettivo, anche se sarà dura.

Manca poco, indovinate un pò cosa mi aspetta dopo aver girato a DX, una bella salita in mezzo la vigna, lunga almeno 500 mt, dopo circa 40 km è quello che ci voleva, non dico quello che ho pensato, terminata di nuovo discesa, i 2 davanti son sempre più vicini, li sorpasso, ora entriamo dentro la Villa, qui è stata veramente dura, è il caldo il problema, ecco che mi vedo raggiungere da uno dell'organizzazione, che mi incita e mi accompagna, mi spiega chi è quello in quella fontana, a questo punto decido di farmi scattare una foto, la prima è andata buca, si riprova e la 2° non c'è male, non vi dico quanto ho sofferto ha stare lì in posa fermo, via che riparto, ora aumento un pò visto che sono arrivato, ma arrivato vicino all'arrivo, anzichè farci girare subito a SX, ci fanno continuare il giro del parco, mi è cascato il mondo addosso, niente mi fermo e cammino, il mio Garmin mi da già 42 km, ora alla fine saranno 43, ricominci a correre poco prima dello striscione, con le mani alzate eccomi alla fine di questa avventura, soddisfatissimo, anche se stanchissimo.

Morale della favola, Organizzazione e  percorso perfetto, felice di aver incontrato tanti amici e di averne conosciuti di nuovi, con un pò di rammarico ho scoperto di essere arrivato 4° di Cat., se avessi forse fatto meno foto sarei andato in premiazione, visto che ne premiavano 3, ma questa non è una scusa, non rinuncerei mai a questo, prima deve essere un piacere poi se ci esce qualcos'altro ancora meglio, dopo un bel massaggio rigenerante, non mi son fatto mancare un bel piatto di pasta e porchetta, qui è di casa.
Faccio i Complimenti al mio amico MercuriodaCorsa, Giorgio, che ha terminato la sua 1° Ecomaratona, e senza allenamento, oltre alla pazzia ha avuto anche coraggio, vedrai che già oggi starai pensando alla prox, non ti resta che guardare il mio calendario, ora ci sarà qualcuno che mi seguirà più spesso.
Un saluto a tutti, in particolare agli amici Romani, AHHBELLI CI SI VEDE PRESTO alla prox Avventura

Tempo 4,51

D+ 1774
4° di Cat.
31° Assoluto

8 commenti:

francoscr ha detto...

Lo spirito Trail è questo,correre senza pensare ai tempi, ma divertirsi. alla prossima

Ezio ha detto...

Ah bello!!! Sapessi quante vasche mi sono fatto io da giovane....c'ho fatti i solchi per terra a forza di inseguire ragazzette...Vedo che oltre lo spirito trail hai subito capito lo spirito frascatano e specialmente che hai apprezzato le bellezze di cui siamo tanto orgogliosi. Appuntamento al prossimo anno e la faremo insieme.

Miticojane ha detto...

Ciao Franco ed Ezio, ci vedremo sicuramente il prox anno, probabilmente anche prima, di gare c'è ne sono tante, parto e via, è anche merito Vostro se questo week end è stato fantastico, alla prox

KayakRunner ha detto...

Bravo Mitico! Ti sei fatto onore anche in terra romana. Sono certo che se non avessi fatto queste belle foto ti saresti pentito: sono proprio un bel ricordo. Tanti complimenti da parte mia a Mercurio che zitto zitto si è portato a causa una bella EcoMaratona!!

theyogi ha detto...

insomma, bella è impossibile! sapevo che c'era da penare ma non immaginavo così tanto.... vorrà dire che ne serberai un ricordo persino più bello! :))

ps. da pinocchio ci mangiai anch'io, discretamente...

Tosto ha detto...

ottima prestazione al di là del tempo.

Miticojane ha detto...

@Kayak le foto rimangono, guardandole ti ricordi i bei tempi

@Yogi il giorno dopo pensi già alla prox, spero di fare meno fatica essendo più allenato, al Pinocchio discreto non di più

@Tosto son sempre soddisfatto, il bello sarebbe arrivare non troppo stanco, il tempo lo metto in 2° piano

Caio ha detto...

I tuoi racconti fanno venire voglia di correre