------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

DOLOMITIDIBRENTA

DOLOMITIDIBRENTA

cappadocia ultratrail

cappadocia ultratrail

martedì 5 ottobre 2010

CHOTT EL JEDIR - FANTASTICA


Finalmente ecco che inizia questa nuova avventura, alle 7,30 sono già pronto in strada
ad aspettare gli amici Pesaresi, arrivano puntuali, ora la nostra prima destinazione è
Malpensa, non mi ricordavo che fosse così lontana da Milano, non si arriva mai, terminate le formalità d’imbarco è l’ora di riposarci un po’ e mangiare qualcosa. Nell’attesa ecco che arriva Lambruschini, anche lui sarà dei nostri ma vedo anche Mastrotta, (il presentatore), accompagnato dal gentil sesso, un po’ stupiti abbiamo pensato subito che anche lui parteciperà alla gara, ma invece alla fine scopriremo che avrà passato un week end a Tozeur a giocare a golf e non solo. E’ arrivata l’ora della partenza, se fosse stata prima era molto meglio, ci aspettano solo 2h di volo, passeranno molto velocemente. Arrivati sulla Tunisia, il paesaggio cambia radicalmente, pianure infinite intervallate da catene montagnose che la tagliano, di verde non c'è nulla, tutto arido, poi come d’incanto ecco un mare di sabbia, è il CHOT EL JEDIR, il lago salato, una distesa infinita piatta, sembra levigata, purtroppo non è bianco, c'è solo qualche lembo, la causa la pioggia


 caduta nei giorni precedenti, è veramente affascinante, non si vede la fine all’orizzonte, già mi immagino quanto sarà bellissimo calpestarlo. Stiamo atterrando, finita la corsa in nostro aereo fa subito un’inversione ad U, stupiti ci siamo messi tutti a ridere, ma qui visto che c’è solo sta pista, non poteva fare diversamente, come previsto ci sono ad aspettarci i pulmini che ci porteranno al nostro hotel a Nefta, a circa 20 km. Arrivato in hotel vado a ritirare la chiave della camera, ma non c’è, a questo punto spero che l’abbia presa il mio compagno di stanza, che ancora non conosco, sarà così. Mi cambio velocemente e vado subito in piscina, a rilassarmi con un bagno non solo d’acqua ma anche di sole, fa caldo. Alle 19 ritiro pettorali e poi breafing, con alcune immagini della gara dello scorso anno e della 100 km del sahara, terminato si va a cena, il mangiare è stato oltre alle mosche l’unico neo di questa vacanza, vedrò di abituarmi ma è dura. Dopo cena si fà un giretto in paese, e che paese, sembra di essere negli anni 50 ma forse anche nei primi del 900, fuori dell'hotel sono in agguato i locali con il loro carrettino x un tour, si avvicina uno e con insistenza cerca di convincerci a salire, ma stasera no, magari domani pomeriggio, allora stasera sarà la nostra guida, ci accompagnerà x questo giretto in paese. Strade e la maggior parte delle case sono dissestate, sporcizia ovunque, ma questo fa parte della loro cultura, siamo nel sud della Tunisia, il turismo qui è solo di passaggio, forse è un pò migliore Tozeur, ma non tanto, ora però si va a nanna. Il venerdì mattina è dedicato all’escursione alle oasi di montagna, con le jeep, nel tragitto ci siamo fermati ad ammirare un gruppo di dromedari che stavano bevendo, il percorso taglia un tratto il lago salato sullo sfondo le montagne, che sembrano vicine, ma non si arriva mai, comunque la scenografia è unica. Questa escursione è stata veramente bella, uno non si immaginerebbe mai



 di trovare in mezzo a questo deserto, una cosa del genere, un’oasi ai piedi di queste montagne, con sorgenti d’acqua e tante palme, questa è la natura. Ora si ritorna x il pranzo, terminato di mangiare (si fà x dire) pomeriggio di relax in piscina, subito entro in acqua altrimenti al sole è dura stare asciutti, dopo 2h si và come programmato a fare un giretto con il calesse nell'oasi, cerchiamo il nostro amico, ma è già impegnato con altri turisti, allora contrattiamo con un'altro, qui bisogna fare così, avevamo stabilito 20 Dinari e così deve essere, altrimenti non si sale.
Il bello qui è che bisogna sempre trattare, su qualsiasi cosa, questo è il mio pane, ti chiedono 10 offri subito 3, poi magari dò una mancia a dei bambini, ma quando si tratta di affari, e loro ci sanno fare, hanno trovato pane i loro denti.
Il nostro autista parla anche Italiano, molto bene, ci fà da cicerone sulla vita quotidiana del paese e non solo, è arrivato anche un pulmann di turisti, tutti salgono su questi caretti, ci uniamo alla fila, le mosche non ti danno respiro, ricordatevi la prox volta di portare un ventaglio, ma il bello deve ancora venire, oltre a loro c'è anche una bella puzza di m...da, con tutti sti cavalli, poi se non bastasse il nostro comincia a ca.....re, fortuna che non sono salito davanti, altrimenti vomitavo di sicuro, non ci resta altro che ridere a crepapelle, mosche e stà gran puzza, un mix fantastico.


Il nostro tour continua, ci fermiamo per andare da un suo amico, in un suo  appezzamento di palme, dove ci farà fumare, bere succo di palma e comprare un pò di datteri, di 1° scelta, sì perchè ci sono più di 100 tipi di palme, e di conseguenza i datteri non sono tutti uguali, quest sono veramente buoni. Terminata la fumatina ripartiamo verso la città vecchia, facciamo un bel tratto a piedi in mezzo ai vicoli, qui si vede veramente come vivono, è molto belle e interessante entrare dentro di loro, ti fa capire tante cose e specialmente riflettere, sempre con il nostro amico che ci spiega usi e consumi, anzichè dargli 20 Dinari, ne diamo 25, se le meritati.
E' ora di ritornare in hotel, alle 18 ci aspetta di nuovo il Breafing, domattina ci sarà la maratona, poi mangiare alle 19 e chi vuole poi va a nanna, Zito ci spiega in particolare di un tratto di 500 mt un pò sconnesso, visto che saremo al buio, di stare molto attenti, partenza alle 5, sveglia molto prima.
Sò già che il mio compagno si sveglierà alle 2 x mangiare, 3h prima, la colazione è prevista x le 4, come si può immaginare sono sveglio già alle 2, ma rimango nel letto, anche se non dormo ci si riposa lo stesso, alle 3 mi alzo, comincio a preparare tutto l'occorrente, senza dimenticare nulla, prima delle 4 sono già davanti al ristorante, la serata è bellissima e calda, le stelle sono in attesa del nostro arrivo sul CHOTT, mangio abbastanza, anche se 1h prima non è il massimo, niente latte questa mattina, non si sa mai, la non ci sarà un'albero in giro.


Foto ricordo prima della partenza, siamo finalmente arrivati alle 5, Viaaaa, primi 2 km di asfalto, poi giriamo a SX ed entriamo nell'oasi, qui il terreno è un pò sconnesso e con diverse curve, io mi son dimenticato della lampada ma fortunatamente Marcello mi ha prestato una piccola torcia, che ho attaccato alla cinghia del Camel bag, è più che sufficiente, è bellissimo correre in compagnia al buio, oltre alla lampada abbiamo anche un segnale luminoso rosso attaccato dietro, ci è stato consegnato al ritiro pettorali, tutte queste lucine rendono la partenza elettrizante.
Eccoci al famoso tratto dove bisognerebbe stare molto attenti, forse x chi corre solo su asfalto potrà sembrare un pò pericoloso, ma in effetti non è niente, è solo un pò sconnesso con l'aggiunta di qualche buca, molto divertente, visto che ancora il gruppo è abbastanza unico, non c'è nessun problema.

Dopo 5 KM eccoci arrivati al MARABUT, una costruzione tutta bianca, qui finisce l'oasi e comincia il lago salato, io corro sempre girando continuamente la testa sia a DX che SX ed in alto a guardare il cielo pieno di stelle, qui sembrano molto più vicine, è fantastico correre in un'ambiente simile, dove l'infinito è a portata di mano.


questo è al ritorno, MARABUT

Ora corro da solo, Marcello si è un pò staccato, davanti invece assieme ai primi c'è Roberto, sto aspettando con impazienza di vedere l'Aurora e poi l'Alba, questo è il mio 1° desiderio, eccomi al 1° ristoro, siamo all'11° KM, l'andatura è regolare, anche se al 10° sono passato in 47,30, qui c'è il simpaticissimo massaggiatore, era quello di Pantani, eccola finalmente l'Aurora, l'orizzonte si colora piano piano, è favolosa, difficile da descrivere, bisogna provarle queste emozioni, ora si gira a DX, in lontananza si vede l'oasi, purtroppo l'alba che sta nascendo è dietro di me, mi giro continuamente cercando l'attimo giusto x immortalarla, sì perchè il sole dopo essere appena spuntato in un'attimo salirà subito, ed io non voglio perdermi un'istante.




Ogni tanto i fotografi  con i quaddy mi affiancato o aspettano il mio arrivo, sono l'unica presenza in questo deserto, è bellissimo essere e correre da soli, solo con te stesso e i tuoi pensieri, in lontananza ancora vedo dei concorrenti, manca poco al 21 KM, sono in perfetto orario, lo vedo, non manca tanto, anche se qui quello che sembra non è reale, ora tengo la SX, mi aspetta un lungo


 rettilineo che sembra una pista d'atterraggio, in automatico aumento l'andatura, vedendo il ristoro è normale, 1h45 tutto procede come previsto, bevo 2 bicchieri di the ed 1 d'acqua x bagnarmi la bandana, non fà caldissimo, ancora è presto, ma non è nemmeno fresco, adesso si và verso il nulla, infatti si procede verso il centro, solo sale o sabbia, senza nessun riferimento, solo la pista battuta dai veicoli. Ancora le gambe girano bene, ma sò già che dal 30° in poi sarà un'altra storia, il terreno è più morbido, cioè più pesante, decido di correre sui bordi dove il sale è più secco, è molto meglio.
A forza di fermarmi a fotografare mi stà raggiungendo Alice, la 1° donna, la conosco già, ha già vinto l'anno scorso con il tempo di 3h40, staremo assieme sino al prox ristoro, cioè al 29 km, molto meglio in 2 che one, ecco che poco dopo si aggiunge al gruppo anche Matteo, il mio compagno di stanza, cioè la mia Geisha, quello che CI DICEVANO I COMPAGNI.


Arriviamo tutti e 3 all'ultimo ristoro, io me la prendo comoda, mentre loro 2 son più veloci e partono prima, c'è li ho davanti ma quando sei al 30 KM e le gambe cominciano ad indurirsi è difficile recuperare, specialmente da soli, ora ci dirigiamo verso l'oasi, si vede è ad un tiro di schioppo, ma minimo son 5/6 km, c'è stato un'attimo che li avevo quasi a tiro, ma poi la stanchezza mi ha convinto a rallentare, decido a questo punto di fermarmi ogni tanto e scattare anche una foto, ho bisogno di questi Pit stop.
Finalmente arrivo al MARABUT da qui mancano 7 km, saranno i più faticosi, fra poco entrerò nell'oasi, ancora vedo i compagni davanti a me, ma a questo punto le gambe sono ancora più stanche, niente da fare li lascio andare al loro destino, son sicuro che continuando e soffrendo, senza mai fermarsi, il pericolo di crampi sia reale, molto meglio arrivare con nessun problema, ora poi c'è anche un tratto su sabbia, piano piano proseguo e scatto foto e faccio anche il filmino, tanto minuto più o minuto meno, le mie 3h30 sono passate.

Il bello cioè il brutto è che adesso tutto il percorso sino all'arrivo è in leggera salita, con continue curve all'interno dell'oasi, non mi resta che tenere duro, è un vero peccato perchè se fossi un poco più allenato sarei arrivato molto bene.
Sono al 40° km, ecco che mi raggiunge il 1° della 21 KM, è impossibile attaccarsi, ecco che arrivo in prossimità dell'hotel, c'è l'ultima salita, vede in lontananza Roberto che mi incita, lui è arrivato 3°, giro a SX e vedo l'arrivo, sprint finale con mani alzate, concludo in 3h40,49, 11° Assoluto, che Vi devo dire, sono soddisfattissimo, come al solito è stato UN SUCCESSO.
Mi ristoro solo un'attimo, poi mi spoglio subito e mi butto in piscina, la sognavo mentre correvo, che GODURIA, ora non mi resta che riposarmi sino al pranzo, più che meritato.

Marcello  arriva poco dopo ed anche gli altri, poi anche loro verranno in piscina a massaggiare le povere gambine, aggiungiamo poi caldo sole e una fresca limonata, qui è l'EDEN X ADESSO.
Dopo pranzo c'è in programma una escursione facoltativa sul set di Guerre Stellari, si noleggia il Quaddy o le Buggy, io ero deciso ad andare, ma purtroppo nessuno dei miei compagni aveva voglia ed allora alla fine ho deciso di non andare, sarà x la prox volta sicuramente.
La sera è in programma la serata di GALA con premiazioni in una struttura lì vicino, aperitivo affacciati sul lago, aspettando il Tramonto, veramente spettacolare, anche la cena devo dire è stata ottima, specialmente il KUS KUS, in confronto all'hotel sicuramente.

Purtroppo la vacanza è finita, l'aereo parte alle 9,50, nell'attesa di andare all'aereoporto, dopo aver fatto colazione, prendo l'ultimo sole Africano, è stata un'Avventura/Vacanza Fantastica, come dice Zito, non può mancare nel palmares di un podista questa Maratona, organizzazione perfetta, gruppo molto affiatato e collaudato, ma specialmente il contorno che è Spettacolare, mi sono innamorato di questi spazi infiniti, sarebbe molto bello ritornare e girovagare da soli, non è detto che non ritorni a disputarla, la consiglio a tutti, sia ai Belli che ai Brutti, a parte gli scherzi pensateci, a 2h da casa sole e deserto, un piatto Unico e Imperdibile, alla prox ............., ciao a tutti

LA CLASSIFICA
FOTO

VIDEO

12 commenti:

arirun ha detto...

Grand canyon-chott:3a3 dunque cacca di cavallo a parte?quale mi consiglieresti??

francoscr ha detto...

Grande Mitico,la notte , l'aurora , l'alba, l'infinito, solo a leggerle: devi aver provato emozioni fantastiche.

Miticojane ha detto...

@Ari io te le consglio tutte e 2, se hai solo 1 possibilità Gran Canyon senza discutere, ma questa è NALTRACOSA
@fRANCO HAI RAGIONE, ancora guardando le foto e pensandoci qualche brivido si fà sentire

theyogi ha detto...

che esperienza! riesco appena a immaginare.... non a caso il mio sogno è una ultra a tappe nel deserto....

Miticojane ha detto...

Yogi gli amici Pesaresi a dicembre andranno in Namibia a disputare una gara del genere, han trovato degli sponsor, beati loro, bisogna che mi dò da fare

Caio ha detto...

Gran bel racconto MJ, per scriverlo non basta una bella gara: servono anche occhi come i tuoi che la sappiano guardare

ciro foster ha detto...

Bravo, bei posti, la tua 'regia' è fenomenale!!!Hai raggiunto il grado di.....BEDUINO! AH AH AH (scherzo!!!tutto molto bello anzi pensavo fosse più artefatto, invece mi hai detto che era tutto verace anche gli...odori)!ciao.

mercuriodacorsa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Miticojane ha detto...

Caio e Ciro il prox anno ci andiamo assieme, non ve ne pentirete, l'importante è che partino alle 5

Caio ha detto...

Perché no? anche se per il settembre del prossimo anno mi frulla in mente un progetto francese...

ciro foster ha detto...

Guarda MJ, io mi lascio trascinare per il progetto Canyon!

Francarun ha detto...

Grande Mitico, bellissimo reportage, grande davvero, bei posti e belle sensazioni.