------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

DOLOMITIDIBRENTA

DOLOMITIDIBRENTA

cappadocia ultratrail

cappadocia ultratrail

martedì 1 febbraio 2011

RONDA NO LIMITS

Partiamo Alessandro ed Io nel primo pomeriggio, la nostra meta è Castiglion Fiorentino, il tempo non è dei migliori, ma però non piove, arrivati a Bagno di Romagna sino al passo di Verghereto i monti sono tutti bianchi, pensiamo chissà se saranno così anche dalla parte opposta?

Sbagliato appena svalichiamo sembra impossibile ma di neve non c'è ombra, non importa tanto le previsioni danno dalla notte e il giorno dopo pioggia mista neve, spero nella 2° ipotesi, eccoci finalmente arrivati in paese, con le indicazioni fornite non si può sbagliare, eccoci alla palestra.

Dopo aver ritirato i pettorali, e salutato organizzatori ed alcuni amici, scarichiamo i nostri materassi in palestra ed i comodini, (le sedie), prepariamo il tutto x la notte e poi facciamo un giretto in paese, anche se non è proprio il caso, visto il vento gelido che tira, se continuasse anche domani, probabilmente non pioverebbe, ma mi sbaglierò.

E' l'ora del Pasta party, sinceramente pensavo in un menù più assortito, ma va bene così, mi son fatto quasi 2 piatti di pasta, anche se troppo scotta x me, 2 chiacchere con gli amici e poi terminata la cena rifacciamo un'altro giretto in paese assieme agli amici Perugini, un pò x digerire e un pò x andare a prendere un caffettino d'orzo, prima della nanna, visto che al bar in palestra non c'è stava.

Ritornati alla base, le luci erano già spente, tutti son già a letto, non ci resta che fare altrettanto, anche se non ne avevo tanta voglia, fuori tira ancora vento, si capisce dai rumori che arrivano dal tetto, sibili da films Orror che non mi fanno dormire per un pò, sono arrivate le 5, mi alzo x andare in bagno, sta piovendo ancora, apro una porta x vedere come è messo fuori, piove e fa un freddo cane, come si dice "Tempo da Lupi" è dir poco, sto pensando che se continua così, non sò se partirò, fortunatamente non si avvererà.

Sono le 6, mi alzo e comincio a vestirmi, attendo l'apertura del bar x la colazione, il tempo è un pò migliorato, si fà x dire, piove un pò meno, ma è sempre brutto, dopo aver fatto la punzonatura è arrivata l'ora di uscire, manca pochissimo alla partenza, mi son coperto bene ma non è mai abbastanza, chissà lassù cosa succederà, anche se sappiano che c'è neve.

Via si parte, primi 2 km di asfalto, ancora siamo in gruppo, arriviamo ad un gruppo di case, le passiamo e all'improvviso vedo persone fermarsi ed altre tornare indietro, non è la strada giusta, infatti si torna indietro al gruppo di case, il bivio era lì, il problema adesso è che si è formato un'imbuto, il sentiero stretto, tutti in fila indiana per un bel tratto, poi c'è sempre qualcuno che fà il furbo, tagliando in mezzo ad un giardino.

Ora si sale in mezzo al bosco, questo è stato sicuramente il tratto più duro della gara, siamo sempre in fila indiana, la pendenza aumenta sempre di più, sorpassare è impossibile, c'è solo fango, è quasi buio, non sembra mattina, se non ci fossero stati gli alberi dove aggrapparsi, continuare sarebbe stato quasi impossibile, fortunatamente le mie Trabucco lavorano a dovere, non oso immaginare chi con le scarpe da strada stà salendo, son ...zi suoi, visto persone senza l'abbigliamento adatto, non dovrebbero nemmeno partire.

Siamo circa al 6 KM, sempre dento il bosco, seguendo quelli davanti e guardando quasi sempre a terra x non scivolare, arrivo in un punto dove vedo tornare indietro delle persone, in pratica invece di fare il traverso, molti hanno preso la direttisisma, forse volutamente o sbagliando, fatto stà che torno sul sentiero originale e arrivo al giro di boa, alcuni invece hanno continuato, tagliando anche parecchio, non ascoltando le rimostranze di chi tornava indietro.

Son passati 7/8 km, finalmente è finita questa durissima salita, ora c'è un continuo sali e scendi, più o meno duri, la pioggia e il vento lasciano spazio al nevischio, poi successivamente diventa neve, è neve ghiacciata e fradicia, in terra si corre su sentieri diventati torrenti, sterrate piene d'acqua, con pozze come piscine, per molti km si è corso sempre con i piedi a mollo, poi arrivati al punto più alto il pericolo evidente è il principio di congelamento a mani e piedi,  correre in quell'inferno di acqua e neve, pensando che nessuno ci sarebbe stato ad aiutarti se avesse avuto bisogno.

Infatti il problema non è stato solo il meteo, ma soprattuto le evidenti carenze di segnalazione nei punti critici del percorso, i tanti "stradaioli" con abbigliamenti inadeguati che non sono stati correttamente fermati alla partenza e la mancanza di personale nel tragitto, anche se ci era stato comunicato al Breafing che ogni 3 km ci sarebbe stata una persona, ed invece è successo qualcosa, quei pochi che c'erano hanno fatto il possibile per dare una mano, molte persone si sono ritirate con sintomi di ipotermia alle mani e ai piedi altri hanno optato x la 27 oppure la 13, fortunatamente è andato tutto bene ma hanno rischiato grosso.

Io nel camel bag avevo di scorta 2 paia di guanti, berretto, gilet e fascia, però non è mai abbastanza, infatti ho sostituito i guanti zuppi, altrimneti anche io avrei avuto problemi, ai piedi invece, i sintomi c'erano di congelamento ma ho sperano che correndo il problema diminuisse, fortunatamente è stato così anche perchè quando si scendeva la neve diminuiva.

Ormai manca poco, le gambe girano e non sembrano troppo stanche, faccio molto bene l'ultima discesa ma poi all'ultimo km di asfalto, comincio a sentire le prime avvisaglie di crampi, rallento, tanto oramai sono arrivato e così facendo taglio il traguardo in 5h30, soddisfatto.



Ho concluso un Trail bello tosto, son contento del mio stato, pertanto ho deciso ed oggi mi sono iscritto alla 82 della LAVATRAIL, a so Matt, forse sì, ma tanto prima o poi doveva succedere, voglio scoprire dove posso arrivare, sotto sotto però son sicuro di farcela.

La prima cosa che ho fatto dopo essermi spogliato è stato andare a lavare le scarpe, come si può vedere dalle foto facevano pietà oltre ai Booster, poi una bella doccia bollente, ci voleva proprio, ed infine assieme ad Alessandro siamo andati al Pasta Party, fatto di nuovo il Bis, molto buono tutto, poi x finire un pò di chiacchere con gli amici prima di far ritorno verso casa.

In conclusione devo dire che è stato un bellissimo week end, malgrado il tempo inclemente, riguardo alla gara, faccio i complimenti all'organizzazione, ci hanno accolti benissimo, un posto così dove non manca nulla e non c'è bisogno di spostamenti è il massimo, l'unica nota negativa, ma importante riguarda come già detto la logistica lungo il percorso, la segnaletica era carente lungo il tracciato, tante persone hanno sbagliato strada e cosa più importante l'assistenza non era all'altezza, Gasolio l'organizzatore è stato onesto ad ammetterlo subito, qualcosa non ha funzionato, le colpe non sono sicuramente le sue ma purtropo la faccia la messa lui, ed è lui che risponde, è andata grassa, perchè poteva succedere l'imprevedibile ed allora erano guai.

Alcuni hanno criticato aspramente su alcuni Forum, non solo la gara in sè, ma anche tutto l'evento, pretendono chissa chè dall'iscrizione, non gli andava bene nulla, anche il mangiare, dico solo a questi state a casina al calduccio, per correre queste gare ci vuole almeno un pò di Spirito Trail, altrimenti correte sul solito asfalto.
Son sicuro però che la prox Edizione sarà perfetta, tutte le critiche ricevute serviranno tanto, IL PERCORSO è fantastico, LA GENTE cordiale, impossibile non partecipare, io non mancherò, consiglio anche a Voi di fare altrettanto, non ve ne pentirete, ciao a tutti alla prox avv......

5 commenti:

Stefano ha detto...

tempo da lupi, sentieri da trovare ma si percepisce la felicità di esserci stato.
magari il prossimo anno...

ciao
stefano

Miticojane ha detto...

Stefano il prox anno ci sarà il sole, sarà bellissimo

theyogi ha detto...

ste gare son così, bisogna essere pronti a tutto altrimenti è meglio correre in pista! grande interpretazione, danilo....

Stefano ha detto...

allora faccio che prenotarmi :)

Flavio ha detto...

Cavoli, ma solo io non ho ricordi precisi della gara? Dal primo ristoro in poi praticamente è stato una specie di viaggio mistico nei torrenti.
Mi ricordo pù le persone delle salite :)
Alla prox! (Comunque è stato splendido ed ora esco tranquillamente con qualsiasi condizione climatica)