------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

DOLOMITIDIBRENTA

DOLOMITIDIBRENTA

cappadocia ultratrail

cappadocia ultratrail

giovedì 29 marzo 2012

Paris est toujours Paris


Week end troppo corto, causa orari dei voli, ma sempre meglio che stare a casina, in compagnia di Francesca e di tutta la famiglia al completo del cognato, passiamo a Cesena a caricare l'amico Golo, compagno di tante corse, arriviamo con anticipo all'aeroporto di Bologna, dove incontro i Never di Senigallia e Leo, anche loro iscritti, ma alla lunga, 80 km. 

Il volo è stato ottimo, arriviamo all'hotel verso le 19, dopo una doccia via che ripartiamo, destinazione Torre Eiffel, nel tendone dove ritireremo i pettorali, terminato il compito non ci resta che fare un giretto e andare a cena, la stanchezza si fà sentire, non solo a me, ma anche agli altri del gruppo, perciò a nanna non troppo tardi. 


La mattina come al solito mi sveglio presto, mangio un bel pò di ciambellone con la cioccolata, preparo tutto l'occorrente e mi avvio verso la Metro a Champ de Mars dove mi porterà alla partenza di Versailles, prima però un bel caffè Americano da Starbucks. 


Alla fermata c'è tanta gente, ma per il momento non vedo nessun italiano, seguo alcuni francesi che fanno la 50, ma fidarsi mai, purtroppo sbagliano treno, fortunatamente ci accorgiamo in tempo e scendiamo alla prox fermata e aspettiamo il prox, quello giusto, arrivati ci sono i pulmann che ci aspettano, ci porteranno nei giardini, ai piedi della reggia di Versailles, Bellissimo merito anche della giornata stupenda.

Appena sceso dal pulman mi dirigo nei tendoni dove distribuiscono la colazione, thè e ciambella sono l'ideale, poi mi scelgo un posticino e comincio a cambiarmi, poco dopo ecco che arriva Catena Maria e Barbarella, anche loro faranno la 50, dopo i vari baci e abbracci, si discute un pò della gara, Maria dice che cercherà di stare con me, ma è preoccupata perchè visto che cambierò le scarpe al 40 km, pensa che io sia uno forte, diciamo un TOP, questo mi lusinga ma mi fà anche ridere, staremo a vedere.


E' arrivata l'ora, sono le 10,45, SI PARTE, lasciamo subito Barbarella, mentre Maria ed Io si parte ad una andatura regolare, all'inizio meno veloce causa ingorgo, ma poi + spedita, diciamo + che buona, i primi 5 km sono dentro il parco, poi si esce e si cominciare ad attraversare boschi e piccoli paesini, dove mi tocca calpestare un pò d'asfalto, devo dire che il percorso è bello nervosetto, un continuo su e giù, non mancano lunghe salite, anche se non ripidissime, ma visto che è abbastanza veloce, muscolarmente è molto dispendioso, stò pensando che forse vado un pò troppo spedito, mentre Maria mi segue come un'ombra, anzi quando io in salita cammino x recuperare lei continua a correre, ma poi la raggiungo.



Fà tanto caldo, bisogna bere tanto, infatti dietro ho + di 1,5 lt di liquidi + qualcosa da mangiare, ci vuole xchè il primo ristoro è al 28 km, arriviamo con un'ottimo tempo, diciamo che siamo un pochino sotto ai 6 al km, dopo essermi ristorato ecco che vengo intervistato prima io e poi Maria, forse sapevano già che saremmo stati i primi Italiani ad arrivare, dopo aver svolto un pò di Marketing, ripartiamo spediti come prima.

Ora il prox ristoro è al 40 km, l'ho anche detto a Maria oggi ho le gambe non perfette, non sò perchè, forse sarà anche che 2 week fà ho fatto la 12H e la domenica prima una 21 abbastanza tirata, io penso sempre di recuperare ma purtroppo, anche se non lo sento, non sono + un ragazzino, fatto stà che non girano tanto bene, ed in alcuni momenti mi fanno pensare male.


Eccoci al 40°, sono 4H che corriamo, è l'ora del cambio gomme, ne ho proprio bisogno, ho un dolorino al piede SX, nella parte interna di fianco, stò pensando che la causa siano le scarpe, infatti ho sentito troppo il terreno, anche xchè molto secco, hanno fatto troppi km e forse è arrivato il momento di sostituirle, spero che il cambio vada un pò meglio, mentre le stò sostituendo, arriva Maria, beve e riparte subito dicendomi che tanto l'avrei raggiunta,  da qui si vede la Torre, ma la meta è lontana

Riparto, mancano solo 10 km, ma sono i + duri, sperando che vada meglio ed invece le gambe cominciano ad irrigidirsi, non è un problema di crampi ma probabilmente è un mix di fattori, sicuramente ho esagerato nel ritmo e il poco riposo fatto, ecco il conto, c'è da dire anche che questi ultimi km sono anche i + brutti, non hanno aiutato di certo il compito, infatti lungo la Senna , oltre al traffico c'erano anche dei lavori, gli ultimi 5 km ho quasi sempre camminato, e Vi assicuro che è dura quando non girano, ed in

lontananza vedevo la mia meta, la Torre sembrava vicina ma non si arrivata mai, comunque ho tenuto duro e l'ultimo km ho corricchiato, concludendo felice e contento questa ennesima Avventura, sono come al solito soddisfatto, guardando la classifica, mi sarebbe piaciuto arrivare assieme a Catena, ma oggi lei era proprio in giornata, donna Bravissima e bella tosta, oltre che simpaticissima, lei chiude in 5H01, 8° Assoluta, Complimenti davvero, ora un pò di riposo, ma non troppo, pensando alla prox impresa, un saluto a tutti

5H19 - 188 Ass. Mashile - 1° Italiano Homme










4 commenti:

theyogi ha detto...

spettacolo! valeva la pena solo per quella maglia....

KayakRunner ha detto...

Sei diventato un mostro di bravura: fai paura!!!!

miticojane ha detto...

ma che bravura, HO CIAP LA COTTA gli ultimi 10 km

Caio ha detto...

Cavolo, dopo quello che hai fatto in questo 2012 se non ti veniva il mal di gambe cominciavo a pensare tu potessi essere un uomo bionico :-)))
Il solito successo del MITICOJANE!